expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

4 maggio 2012

Le donne normali

Dite che sono polemica, dite quello che vi pare, però è giunto il momento di levarmi dalla scarpa questo sassolino che è ormai diventato delle dimensioni di una castagna, e comincia a farmi male alle dita: le donne magre e le donne in carne, le donne che avrebbero oggettivamente bisogno di prendere qualche chilo e quelle che invece dovrebbero effettivamente perderlo. L'idea mi è venuta oggi quando sfogliando Vanity ho visto un servizio di lingerie che aveva come protagonista una modella taglia forte, questa modella:


Si chiama Tara Lynn, è una taglia 52 ed è bellissima, non esattamente il mio genere ma bellissima.
E fin qui tutto bene, il punto è che non sopporto che ogni articolo concernente modelle taglie forti le definisca 'donne normali'. Questa non è normale, perdio! Questa è una strafiga che fa impallidire i passanti, le donne normali sono altre - e guarda caso non stanno sulle riviste di moda ma in banca, alla posta, nei ristoranti, tra i banchi di scuola, a dirigere il traffico in mezzo alla strada, alcune persino in Parlamento. Ciò che non sopporto è il definire 'normale' una donna solo perché dotata di carne, di ciccette, di curve e di seni prosperosi. E tutte le altre? Tutte le altre che sono più magre di Kate Moss, solo senza il suo viso che spacca le macchine fotografiche e finisce in copertina di Vogue, che cosa sono? Mostriciattoli rachitici col sex appeal di una carota cotta? Anoressiche impenitenti e superficiali che si sono fatte spappolare il cervello dai canoni estetici del terzo millennio e vogliono essere magre a tutti i costi? O forse semplicemente donne normali, sì, anche loro, che ingurgitano un quantitativo spropositato di schifezze ma non ingrassano e però hanno comunque i brufoli, i baffi, il naso grosso, gli zigomi inesistenti e gli occhi spenti? Donne normali che nessuno si sognerebbe di sbattere sulla copertina di Vogue, magre o grasse o prosperose o rachitiche che siano?

A me sta bene comprare un giornale e sfogliare pagine e pagine di ciò che io non sono e non sarò mai; mi va benissimo, forse il giornale lo compro proprio per quello, per guardare le modelle dagli occhi languidi, coi loro capelli sempre perfetti, i corpi mozzafiato e abiti che non indosserei nemmeno se mi sposassi un Pirelli, semplicemente perché a me non starebbero bene. Ciò che non accetto, ciò che proprio non sopporto, ciò che mi fa letteralmente saltare i nervi è sentirmi definire 'anormale' solo perché madre natura mi ha dotata di un corpicino ossuto e spigoloso che è sempre stato così e tale rimarrà nei secoli dei secoli; mettono in copertina una bonazza da panico completamente photoshoppata (vedi Monica Bellucci, settimana scorsa) e ci dicono che lei è normale, perché mangia la pastasciutta a pranzo e a cena e non si vergogna di entrare in un negozio e chiedere la taglia XXL. E grazialcazzo questa è bella come il sole, io porto una 38 e venderei mio padre agli zingari per essere come lei non glielo dice nessuno?

Insomma, vogliamo fare un servizio di moda o lingerie con donne normali, e normali sul serio, che hanno imparato ad accettarsi? Facciamolo, mi rendo disponibile per un primo piano del mio mento sfuggente, delle mie caviglie da quaglietta, della mia pancetta flaccida e rotonda come quella di un undicenne sovrappeso, delle ossa del costato che sporgono tipo Gesù sulla croce, ci sto; e insieme a me trascino tutta un'altra serie di donne normali, magari anche un po' datate, dalla mia splendida nonnina all'assistente del dentista coi fianchi larghi e il sorriso incantevole, però vi prego...smettetela di prenderci per il culo, non chiedo altro.
Continuate a riempire le pagine con strafighe dai capelli da sogno e gli occhi da gatta, di qualsiasi taglia e peso, e diteci quello che meritiamo di sentirci dire: la verità, ovvero che mai, mai nemmeno in un milione di anni saremo belle così, e noi ne saremo felici lo stesso - perché le donne normali sono piene di risorse, gradirebbero solo non essere prese in giro.

12 commenti:

  1. Hai perfettamente ragione tesoro (come al solito), ma non credi di chiedere l'impossibile? Ovvero che ti dicano la verità? Nessuno dice mai la verità, perchè nessuno la vuole mai sentire!!
    bacio
    p.s. leggere il tuo blog me gusta muchisimo!!
    Klaudi@

    RispondiElimina
  2. Lo sai che la mia vena polemica e giustiziera è inarrestabile :D grazie di tutto Claude, bacio grande

    RispondiElimina
  3. se ci sei rispondi

    RispondiElimina
  4. venite ancora al chakra stasera? :)

    RispondiElimina
  5. Eh no :) come hai trovato il blog?! Ahaha!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cercavo un modo di contattarti, ho trovato questo
      (mi è forse venuto in mente: sul treno, è recente?)

      Elimina
  6. Sul treno di recente è molto possibile, vivo sulle Nord! Comunque il blog ha una casella mail, indirizzo sulla destra :) e magari un bonifico.

    RispondiElimina
  7. totalmente d'accordo!!!!!! E vaffanculo anche a chi dice che "meglio ciccia in più che ossute", no CAZZO! Il sovrappeso non è salute.

    RispondiElimina
  8. Ovviamente neanche la magrezza eccessiva lo è, ma del resto qui siamo nell'ambito della 'normalità' :D

    RispondiElimina
  9. I giornalisti si concentrano sul fisico, e siccome ha delle rotondità e non è una taglia 40 allora è una donna normale. È l'ipocrisia della stampa, specialmente dei giornali femminili che infatti non compro più, fingono di prendere a cuore alcune cause e poi si contraddicono da soli con pubblicità e altri articoli. Se le donne non protestano e continuano a comprare di certo i giornalisti non cambieranno!

    RispondiElimina
  10. forse sfugge il fatto che queste modelle sono giovanissime ed alte come minino 1,78 cm !. Non è colpa delle modelle o degli stilisti se in paesi come l'italia dove la donna media è fatta ad anfora greca (anche le anoressiche) ci siano donne completamente impazzite,tristi ed invidiose !. Sono semplicemente ottuse !

    RispondiElimina