expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

1 maggio 2012

Un'infanzia Disney è un'infanzia felice

Biancaneve non mi piaceva, e nemmeno il suo principe che era un po' tanto effeminato e aveva il rossetto, e cantava sotto la sua finestra con una pessima voce da castrato; Biancaneve era una stronza arrivista decisamente meno bella della regina cattiva, così stupida da scegliere d'ingollarsi una mela avvelenata solo perché una vecchia sconosciuta le aveva detto che l'avrebbe aiutata a trovare il vero amore.
Cenerentola non era male, ma a conti fatti aveva il carisma di un cucchiaino, e poi non mi piace l'idea di farmi aiutare da fatine e topacci danzanti per uscire dal fango in cui sono finita.
Ariel la trovavo incredibilmente arrogante (anche se bellissima!), la classica sedicenne ribelle che se la prende con un padre che vuole solo indirizzarla verso ciò che è meglio per lei, che poi...va bene che perdi la voce, ma insomma, niente t'impedisce di saltare addosso al tuo Principe mentre ti porta in canoa in giro sulla laguna, che poi lo sanno tutti che gli uomini ci preferiscono così: mute.
La Bella Addormentata non mi dispiaceva, il Principe Filippo è sicuramente uno tra i manzi più manzi di tutta la filmografia Disney, lei aveva capelli bellissimi e sicuramente un certo coraggio nell'andare per boschi da sola e mettersi a canticchiare e ballare con sconosciuti, per quanto avvenenti fossero.
Mulan è un'altra tra le mie eroine, pare che il suo racconto sia tratto da una storia vera...anche se ho i miei dubbi che la vera Mulan fosse efebica e bellissima, insomma, per arruolarsi nell'esercito cinese e farsi passare per uomo quasi sicuramente era grossa, baffuta e aggressiva, questo rovina un po' tutta la poesia.
Esmeralda, gran donna; zingara di classe, bellissima e decisamente sexy, che però non ha abbastanza cuore da decidere di scegliere il gobbo e va a finire che si fidanza col pettinatissimo e decisamente avvenentissimo Febo, e vabbé, chiamala scema.
Pochahontas sembrava un po' un transessuale, inutile negarlo, e poi parlava con gli alberi e girava seminuda, e preferiva Smith a Kokun, che mi dava l'idea di essere un gran guerriero e non solo in battaglia, sicuramente più virile di quella checca bionda appena giunta dall'Inghilterra con l'intenzione di deforestare boschi e diffondere ovunque le sue schifosissime gallette che già avevano iniziato a dar assuefazione al procione.
Però amavo Belle, che leggeva un sacco di libri e rifiutava la corte di quel tamarro unto di Gaston (Gaston, parliamone, in ogni scena ha sempre tre francesine bionde, tettute e disinibite che lo rincorrono, eppure non sembra nemmeno accorgersene e preferisce stare addosso a Belle che è graziosa, ma non ha assolutamente intenzione di concederglisi), ma se mi fossi trovata io al suo posto verso il finale col cazzo che avrei accettato che la Bestia tornasse umano...insomma, se fino ad adesso mi sono sentita attratta da peli e zanne, come potete pretendere che mi possa innamorare del Principe che è azzimatissimo, effemminatissimo e somiglia a Gesù Cristo dopo venti giorni in una SPA?

La mia preferita, la migliore, l'eroina più gloriosa, simpatica e bella di tutta la Disney era un'altra: Megara, i cui amici la chiamano Meg (o lo farebbero, se avesse amici), schiava di Ade e palpitante passione di Hercules. 



Megara vestita di viola, che chiede a Herc se ha anche un nome oltre tutti quegli ondeggianti pettorali, Megara dalle caviglie deboli, Megara che è grande e forte, sa allacciarsi i sandali e tutto il resto. Megara dalla camminata ondeggiante, i capelli lunghissimi, le braccia esili, gli occhi immensi e viola, Megara la caustica, la supersexy, Megara dal passato difficile, Megara senza fiducia che decide di buttarsi sotto una colonna di marmo e morire, e lei muore sul serio (non si addormenta per cent'anni, non finisce sotto ad una teca di vetro vegliata da sette nanetti necrofili, non rimane senza voce né ritorna a fare le pulizie della casa della matrigna) fino a che il suo Herc non la va a recuperare nell'oltretomba, per salvare l'uomo che ama, che ha imparato ad amare; Megara che non si rassegna, Megara che diventa schiava di Ade per salvare un altro uomo che poi la tradisce, Megara delusa dalla vita che però decide di provarci ancora, crederci ancora, e questa volta ci riesce.
Questa volta lo trova l'uomo che non la lascia più, che muore per lei ma solo dopo che lei è morta per lui, che se la porta sull'Olimpo e poi decide di tornare indietro, con lei, per lei, da lei.
Megara con le palle quadre, che non chiede niente a nessuno, che si sente sola e si vergogna ad innamorarsi, che non palpita nei boschi canticchiando canzoni d'amore ma urla alle muse che lei lo ama, hai voglia se lo ama, ma non glielo dirà mai; Megara che preferisce essere sola, perché così nessuno può ferirla, che è in assoluto la più carismatica e figa eroina Disney.
Megara, da cui ogni giorno prendo esempio, Megara da cui ho ereditato le caviglie sottili e sicuramente deboli, che forse non è brava con le parole ma darebbe la vita all'istante per salvare qualcosa o qualcuno che ama - che non ha paura di niente, perché fondamentalmente ha già perso tutto.
Megara è un'eroina vera, senza topini, fate, magie o sotterfugi, che cammina a testa alta nel mondo e fa tutto da sola, si sacrifica e basta senza sapere che una salvezza è possibile, che muore ad occhi chiusi per una causa più grande di lei, per salvare la Grecia, per salvare chi ama, e forse per salvare sé stessa: salvarsi dagli errori del passato, da un'esistenza arida e crudele, da un amore che non le è concesso perché fondamentalmente ha molto peccato - moltissimo, ma non abbastanza da arrendersi.

13 commenti:

  1. Leggere i tuoi testi è sempre bello Vanna! Grande! Me gusta tutto quello che hai detto anche se, tre le pricipesse disney, la mia eroina è Pocahontas!!
    Bacio
    Klaudi@

    RispondiElimina
  2. Grazie Claude :) bacio a te.

    RispondiElimina
  3. secondo me dovresti far dei video da postar su youtube... sei pure carina e secondo me hai una bella voce (Son lo stesso del commento su disaster date)
    Ciao,

    Dam.

    RispondiElimina
  4. Ehi, ma grazie! Molto gentile, e qui si è sempre affamati di complimenti. L'idea di un videopost mi ha sempre attirata parecchio ma è decisamente troppo presto, lo farò per qualche ricorrenza (se ci arriverò), e sulla voce ti deluderei: accento milanese bauscia, un po' tanto troppo forte. Ma grazie comun que :)

    RispondiElimina
  5. Complimenti per il blog, davvero carino. Bello il post, anche io penso che chi non abbia visto i cartoni della disney ha avuto un'infanzia infelice :P Però hai dimenticato una delle mie principesse preferite: Jasmine, anche lei aveva una bella personalità :P

    RispondiElimina
  6. Grazie a te per essere passata e per i complimenti! Mah, Jasmine era davvero bella però a me era antipatica, troppo bisbetica, anche se...che donna! :D

    RispondiElimina
  7. Sarà, ma Cenerentola (oltre alla voce) aveva le palle per sopravvivere alla condizione di servetta senza ribellarsi (vabbè, so che sono di parte) ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma la tua Cenerentola è molto più simpatica e cazzuta dell'originale... E indossa ciabatte decisamente più sexy!

      Elimina
  8. Secondo me Cenerella riusciva a sopravvivere in quella casa solo sniffando il viacal e anzi,per quanto il principe fosse ricco non le è andata certo di lusso giacchè lui mi sa tanto di feticista (non è che le chiede il nome 'sto scemo,nooooo,la riconosce dai piedi!) xD
    Comunque,Esmeralda è stata la prima "persona" che s'è beccata una botta di "guarda 'sta stronza" da parte mia! Capisco che il Gobbo non fosse tutta questa bellezza,ma è stato l'unico che l'ha amata in maniera diversa,più sincera! Invece no,basta un bel pettorale unto e bisunto e lo sguardo da tronista che paf! Se ne scappa con Febo!
    Infine,devo ammettere che trovo interessantissima Merida,la nuova principessa Disney dai capelli color del fuoco <3
    E' furba,forte,testarda e soprattutto non sente il bisogno di completarsi grazie ad un uomo! Poi per carità,possibilmente nel sequel le appiopperanno qualche fidanzato,però intanto sa il fatto suo :D
    Invece come mai non hai citato a Jasmine? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rebel devo assolutamente vederlo - assolutamente.
      Jasmine... Mah, non so, forse perché secondo me rispetto agli altri personaggi di Aladdin non è poi così carismatica, impallidisce al confronto del Genio che è il co-protagonista più della principessa :D E poi Jasmine, per quanto BONA, è davvero antipatica.
      Infine Esmeralda... Hai ragione, credo che siamo tutti qui a cercare di riprenderci ancora dallo shock :( Però Febo aveva il suo perché, dai!

      Elimina
  9. io parteggio per Jasmine che si ribella alla corona e sceglie il povero, e non uno dei ragazzotti che giocano a golf con il sultano...no aspetta mi sto immedesimando troppo.....love you. e sì, senza un' infanzia Disney sarei ancora più cinica e sarcastica, quindi devo ringraziare le principesse se non getto la spugna sulla ricerca del lieto fine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Disney ci ha rovinate tutte con 'sta cosa del lieto fine, mannaggia!

      Elimina
  10. E' bellissimo quello che hai scritto su Megara *___* concordo sul fatto che è un'Eroina vera, senza magie, fate o sotterfugi u.u p.s. neppure io sopporto Esmeralda e Jasmine xD

    RispondiElimina